Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

MAIN DRAW: FEDERER CON NADAL, ZVEREV CON DJOKOVIC. TSITSIPAS VS. BERRETTINI AL’ESORDIO

Federer dalla parte di Nadal, Zverev in quella di Djokovic (con le mine vaganti Kyrgios e Wawrinka dalla parte del tedesco). Non male i primi turni degli italiani, sui quali spicca Tsitsipas vs. Berrettini.
MAIN DRAW: FEDERER CON NADAL, ZVEREV CON DJOKOVIC. TSITSIPAS VS. BERRETTINI AL’ESORDIO
0
Redazione
10 gennaio 2019

È stato sorteggiato il tabellone della prima prova del Grand Slam che comincerà nella notte tra domenica e lunedì (in diretta esclusiva sui canali Eurosport). Roger Federer è stato sorteggiato dalla parte di Rafael Nadal, Sascha Zverev in quella di Novak Djokovic (con le mine vaganti Kyrgios e Wawrinka dalla parte del tedesco). Non male i primi turni degli italiani, sui quali spicca Tsitsipas vs. Berrettini.

PRIMA PARTE. Novak Djokovic, sarà la testa di serie numero uno, il favorito per colleghi e bookmakers. All’esordio affronterà un qualificato; negli ottavi, un possibile incrocio affascinante con Denis Shapovalov, il Next Gen di maggior talento tecnico che però sta facendo molta fatica a mettere insieme un tennis per nulla banale e che ha perso sei degli ultimi sette match giocati, tra la fine della scorsa stagione e l’inizio del 2019. Molta attenzione merita il russo Daniil Medvedev, in grande crescita e possibile (probabile) avversario di Djokovic nei quarti di finale. In questo spicchio di tabellone c’è anche Fabio Fognini: esordio contro Jaume Munar, giovane spagnolo che si allena all’accademia di Rafael Nadal. Fognini ha mostrato qualche problema fisico ad Auckland ma, se starà bene, non dovrebbe avere troppi problemi contro un giocatore solido, generoso ma anche molto leggero. In caso di vittoria, Leonardo Mayer o Nicolas Jarry, quindi come testa di serie Pablo Carreno Busta (o il talentuoso tunisino Malek Jaziri): sulla carta un sorteggio positivo che dovrebbe consentirgli di confermare il suo status di 12esima testa di serie. Negli ottavi, l’asticella ovviamente si alzerebbe: Kei Nishikori è la testa di serie più alta.

SECONDA PARTE. C’è Sascha Zverev, con qualche problema al tendine d’Achille ma anche tanta fiducia: «Punto a vincere negli Slam e Lendl è la persona giusta: mi fa lavorare tantissimo e credo nel nostro progetto». Primo turno contro Bedene. In questa parte di tabellone, il primo turno più interessante: la mina vagante Nick Kyrgios è finita contro Milos Raonic. Bisognerà preparare il pallottoliere ma gli australiani sono convinti che Kyrgios giocherà un gran torneo, motivato dalle continue critiche per un atteggiamento poco convinto in campo e col pubblico, che, almeno al principio, sarà tutto dalla sua parte. Il vincente dovrà affrontare al secondo turno Stan Wawrinka o Ernests Gulbis, altro match molto interessante. Appena sotto, la parte di tabellone meno competitiva, con Dominic Thiem come maggior testa di serie ma che sul cemento non appare ancora così competitivo. C’è anche Marco Cecchinato che ha un primo turno non semplice contro il serbo Filip Krajinovic, poco regolare ma capace di punte di rendimento molto alte. Eventuale terzo turno contro Borna Coric o Marton Fucsovics.

TERZA PARTE. Roger Federer attendeva con grande attenzione, e qualche preoccupazione, questo sorteggio: «Potrebbe fare la differenza» aveva detto. Beh, non può lamentarsi: primo turno comodo contro Denis Istomin, quindi un qualificato e Monfils o Norrie al terzo turno. Prime insidie negli ottavi contro Tsitsipas o Basilashvili, con quest’ultimo probabile favorito per affrontare lo svizzero. Tsitsipas all’esordio affronterà il nostro Matteo Berrettini: match complicato per il romano ma anche molto affascinante. Appena sopra, Marin Cilic (che ancora non ha giocato in questo 2019) che giocherà contro Bernard Tomic al primo turno, quindi Andrey Rublev. Bisognerà fare molta attenzione a Roberto Bautista Agut, vincitore a Doha, che, a dispetto del curriculum, parte favorito contro Andy Murray, ancora lontano dalla miglior condizione, in uno dei primi turni più interessanti. Da questa parte, anche Karen Khachanov.

QUARTA PARTE. C’è molta curiosità per verificare le condizioni fisiche di Rafael Nadal. Un primo turno agevole contro l0australian James Duckworth sarà un buon ingresso nel torneo. Poi Struff o Ebden e, come testa di serie, Alex De Minaur. Negli ottavi, Edmund o Schwartzmann ma più probabilmente… Tomas Berdych, tornato dopo sei mesi di stop per infortunio e subito finalista a Doha. Nel suo quarto di finale, Kevin Anderson che dovrà fare attenzione a John Isner e a Grigor Dimitrov, seguito a Melbourne da coach Andre Agassi. Ci sono anche Andreas Seppi, che al primo turno affronterà da favorito Steve Johnson (anche se l’americano è testa di serie), e Thomas Fabbiano: esordio con la wild card Jason Kubler (che può esprimere un ottimo tennis), quindi uno dei due giganti: Opelka o isner.